Skip to content

Laboratorio di lettura interpretativa

Dal movimento alla lettura interpretativa

Il movimento come espressione della vita, scaturisce dalla memoria e dalle emozioni delle
esperienze vissute. Molteplici gesti e parole che formano la nostra esistenza e raccontano una
storia.

Creare movimento. Movimento che crea. Una comunicazione fatta di gesti simbolici e di musica,
in una vasta possibilità di combinazioni diverse, che racconti qualcosa di noi, la nostra bellezza
segreta. Il corpo diventa uno strumento per comporre, come uno strumento musicale, un proprio
linguaggio di immagini, emozioni, vitalità, momenti di sospensione. In questo senso chi conduce il laboratorio non propone un modello da imitare, ma accompagna i partecipanti attraverso la scoperta dei processi latenti in ognuno di noi. Tali processi liberano uno spazio corporeo e vocale privo delle tensioni generate dal controllo della mente, così da lasciar emergere la forza creativa e generare una sensazione di benessere.
Il suono diventa parola e poesia: nascono brevi testi che si intrecciano al movimento, qualità diverse di movimento e voce si compongono tra loro formando così il “gruppo sonoro”. Attraverso semplici esercizi esploreremo le varie qualità della nostra voce (ritmi, volumi, tonalità) e la capacità di comunicazione e interpretazione. La lettura di brevi racconti e poesie, a più voci e individuale, ci avvicinerà alla parola scritta restituendone l’emozione e le suggestioni.

PERCORSO guidato di rilassamento e ricerca della propria qualità di movimento. Emozioni e linguaggio del corpo. Improvvisazioni guidate individuali, a due ed in gruppo. Tecniche vocali: respirazione ed uso del diaframma, dizione, ritmi, volumi e tonalità. Scrittura e interpretazione di brevi testi. Lettura di brevi
racconti e poesie. Condivisione dell’esperienza in gruppo.

IL LABORATORIO SETTIMANALE È APERTO A TUTTI
MARTEDÌ dalle 17.30 alle 19.30
Presentazione del laboratorio settembre – Prima lezione gratuita MARTEDÌ 8 OTTOBRE

Marina Chiarelotto
DanzAttrice di teatro e di Tango Argentino. Dopo la formazione teatrale, studia teatrodanza e teatralità del Tango Argentino con la coreografa Silvia Vladimivsky, direttrice della compagnia Teatro Fantastico di Buenos Aires, con la quale collabora per 15 anni. In oltre 30 anni di attività realizza spettacoli di teatrodanza, tango, readings con altri artisti e partecipa a numerose produzioni in diverse compagnie fra cui: Laboratorio Nove, Lega Italiana Improvvisazione Teatrale, Il Serraglio, Theatrikos, TeatrO2, Unione Corale Senese. Collabora a progetti di arte sociale e laboratori per bambini. Svolge attività didattica di formazione teatrale e teatromovimento, di tecnica e teatralità del Tango Argentino.

Informazioni e iscrizioni
Marina Chiarelotto 388.9258042 – marina.chiarelotto@teletu.it

 

 

Valentina Sanesi Administrator