Skip to content

Maremma che Taranta

Il 2 e il 3 settembre non perdete “Maremma che Taranta”, un Festival di culture e subculture popolari organizzato da Corte dei Miracoli in collaborazione con Festival delle Autoproduzioni e la Biblioteca “Le città invisibili”.

Due giorni, venerdì 2 e sabato 3 settembre in compagnia di suoni, gusti popolari e spettacoli!

Venerdì 2 settembre

Dalle ore 18 andremo alla scoperta della Maremma con Luca Bonelli che ci presenterà alcune sue opere di prosa e di poesia e con la mostra fotografica di Stefano Erasmo Pacini, maremmano di nascita e cortigiano di adozione, con la sua mostra “Il mondo è una maremma”.

Dopo le 20, invece, a cena, ci sposteremo nel sud Italia con una cena a base di piatti tipici del meridione con incursioni maremmane. A seguire il Trio Malandrinus ci farà ballare tutta la notte a suon di pizziche e tarante!

MENU’

Pasta alla norma

Cinghiale in umido oppure gateau vegetariano

Frisellina con pomodori

Torta tipica campana: la caprese

Vino maremmano

Il Trio Malandrinus, composto da tre membri del gruppo PopulAlma, si ispira alla musica etno popolare proveniente da diverse aree geografiche d’Europa e del Mediterraneo. Dal Gipsy Klezmer (Balcani, Medio Oriente) al Reel and Polka (Irlanda, Scozia) passando dalle tarantelle e canti tradizionali del Sud Italia e della Grecia. Il concerto è una carovana musicale che ripercorre vari territori e popoli, enfatizzandone le sonorità ed i caratteri.

La cena ha un costo di 18 euro per il menù di carne e di 15 euro per il menù vegetariano.

La cena è su prenotazione all’indirizzo prenotazionieventi@lacortedeimiracoli.org

Sabato 3 settembre

Il secondo giorno, a partire dalle 21, ci sposteremo nel mondo delle subculture con i  Foli Warrior Sound System e momenti di spettacolo e workshop di giocoleria.

Foli Warrior è il sound composto da Guido Brogi alias Foli Warrior e Mattia Ferretti aka Jah Parks. E’ il sistema audio originale del Chianti di Siena. con i suoi 6 Kw di potenza vi farà ballare tutta la notte passando dai brani Roots e Early reggae a produzioni più moderne Digital/Steppa, donandoci uno sguardo sulla musica Jamaicana e sulle sue eredità lasciate al panorama elettronico europeo.

E ancora: spazio trucco per adulti e bambini body and face painter by Madriterra aka Adria!

Per tutta la sera sarà possibile degustare focacce baresi e panzerotti di nostra produzione!

Bancherelle delle Autoproduzioni con artigianato, sartoria, prodotti locali per tutta la durata del Festival!

Ingresso riservato ai soci. Possibilità di tesserarsi sul posto.

Valentina Sanesi Administrator