Teatro della Pioggia

Scuola di formazione e di ricerca teatrale aperta a chi è interessato a iniziare un percorso d’attore o a chi è semplicemente tentato da questa avventura.
Nel lavoro dell’ attore, non credere mai di sapere; bisogna, instancabilmente, rimettersi in ascolto; è qualcosa che faccio con la massima attenzione, che procede lentamente, ci vuole pazienza e umiltà, e accanimento. Se sono nella facilità, c’è qualche cosa che non va; devo allora rendere l’esercizio più esigente, lo devo affinare, curarlo nei minimi dettagli, tornare sui miei passi, come il musicista che ripete il suo pezzo.
Un esercizio per che? Per essere sensibili.
Jerzy Grotowski

Anne Zénour si è formata a Parigi, lavorando come attrice e co-regista in diverse creazioni teatrali, in particolare con il Theatre Autarcique (invitato ai Festival di Nancy, Sarrebruck, e Polveriggi). Realizza due film in 16mm con un borsa del C.N.C e scrive testi per la Radio che vengono realizzati a France Culture. L’incontro con Jerzy Grotowski negli anni ’70, sarà fondamentale per la sua vita e per il suo mestiere.
Partecipa a diversi “Special Projects” di J.Grotowski in Francia, in Polonia e in Italia negli anni ’70 e ’80. In Italia dal 87, lavora come attrice e regista in cinque produzioni del C.R.S.T di Pontedera, svolge attività pedagogica al C.U.T di Pisa, alla Drama Teatri di Modena, al D.A.M.S di Bologna, e a Parigi. Nel 2003 fonda a Siena il Teatro della Pioggia con un piccolo gruppo di attori. Il Teatro della Pioggia assume la direzione artistica dei due prime edizioni del Festival Finoallafinedelmondo, svoltosi a Siena nel mese di ottobre 2007 e 2008. Il Teatro della Pioggia, oltre alla preparazione fisica e vocale dell’attore, prosegue da anni una ricerca sulla voce. Nell’anno 2012-2013, oltre al progetto aperto intitolato “Tracce”, Anne Zénour condurrà, con Maurizio Campani, la realizzazione di uno spettacolo per un attore solo ispirato alla vita di Kaspar Hauser.

Mattias Gimigliano ha studiato drammaturgia e antropologia del teatro presso l'Università di Aarhus (Danimarca) e poi alla Freie Universität di Berlino. Inizia allo stesso tempo la sua formazione da attore sotto la guida di Anne Zénour, Peter Rose, Ryszard Nieoczym e Federico Schwindt. Nell'anno 2017-2018 studia teatro fisico presso l'Atelier für physisches Theater (Berlino), dove ha modo di lavorare con l'artista Johanna Bassi.

Insegnanti: Anne Zénour e Mattias Gimigliano

info: www.teatrodellapioggia.com

teatrodellapioggia@gmail.com

mattiasgimigliano@gmail.com

Tel: 0577/226279 - 370 3502473 (Mattias)

I corsi avranno inizio martedì 2 ottobre 2018

LAB. 1 ADULTI: OFFICINA TEATRO- Stare in piedi nell'inizio
martedì ore 19:00-22:00

Preparazione fisica e vocale: testi brevi, canzoni, elaborazione di sequenze individuali o collettive, fisiche e vocali. Lo scopo del laboratorio è di avviare o di approfondire un approccio rigoroso all’allenamento dell’attore, e di sviluppare un lavoro creativo aperto. Un’esperienza dove ciascuno è̀ invitato a portare i propri interessi e il proprio fervore.
L’allenamento dell’attore richiede una mobilitazione che emerge solo nelle situazioni drammatiche della vita, quando bisogna decidere e agire in modo estremamente rapido e preciso nello stesso tempo. Sia per il lavoro fisico che per il lavoro vocale, si cerca questa qualità extraquotidiana, che richiede unapartecipazione di tutto l’individuo, anche nei  minimi dettagli.

 


LAB. 2 ADULTI: OFFICINA DELLA VOCE - Le radici della voce nel corpo
giovedì ore 19:00-22:00
Il soffio, il ritmo portatore di fervore, i luoghi delle voci, le variazioni di altezze, le lettere; tutto questo ascoltarlo con tutto il corpo, ripetere, rimuginare i testi e i canti, cominciare come dei muti, degli incapaci a parlare, a pronunciare, ri-cominciare senza tregua. per aprire un  “corpo che canta”. Laviamo la voce in un ruscello, la buttiamo in mezzo alla tempesta, o la riscaldiamo mettendola sotto la terra, non dimenticando mai il silenzio che è “in fondo”, nel pozzo. Decifrare il testo, parola dopo parola, frase dopo frase, lasciarsi attraversare, farlo apparire, non come deigli specialisti, ma come degli idioti.

LAB. MENSILE
Venerdì 19.00-22:00, sabato e domenica dalle 8.30 alle 13:00

Lettura di un frammento della Bibbia con una preparazione fisica e vocale (parlando e cantando).
La voce è principio, la parola è dettaglio.
La Gola dalla quale emerge il soffio.
La lingua, che taglia la parola.
Le spelonche dei leoni:i denti.
I monti dei leopardi: le labbra tramite cui si compie la parola
Abramo Aboulafia

 

LAB. PER BAMBINI (per giovani sognatori dai 6 agli 11 anni)
Giovedì 17.00-18:30

Scuola di formazione e di ricerca teatrale aperta a chi è interessato a iniziare un percorso d’attore o a chi è semplicemente tentato da questa avventura.

Muoversi, respirare, volare
Girovagare per terre lontane
Venite?
Il viaggio comincia.

Insegnante: Mattias Gimigliano

Alleniamo il corpo e la voce, così come un musicante farebbe con il suo strumento. Ascoltiamo noi stessi e gli altri. Ora sono un albero che suona al vento ... ora chiamo il mio compagno giú nella valle ... ora sono un gabbiano che vola nel cielo. Cantiamo, danziamo, costruiamo un pupazzo e lo animiamo. Giochiamo. Siamo attori e artisti di circo. Impariamo un testo e insieme prepariamo lo spettacolo finale.

info: www.teatrodellapioggia.com - mattiasgimigliano@gmail.com
tel: 370 3502473


Voi state diritti, nell’inizio. L’inizio è tutta la vostra natura originale, presente qui, ora. La vostra natura originale con tutti i suoi aspetti divini e animali allo stesso tempo, istintuali e passionali. Ma contemporaneamente voi dovete vigilare con la vostra consapevolezza. È la coscienza vigile che fa di voi l’uomo. È una cosa molto precisa ed è esattamente questa tensione fra i due poli a donare una contraddittoria e misteriosa pienezza. Jerzy Grotowski