Laboratorio di Contact Voice

Data: 
Sabato, 10 Novembre, 2018
ore: 
dalle 10:00 alle 13:00
Immagine: 

LABORATORIO DI CONTACT VOICE con Florinda Pecoraro
sabato 10 novembre - dalle ore 10:00 alle ore 13:00

INFO E ISCRIZIONI:
tel 320/1162708

La sperimentazione serve a entrare in contatto con la propria voce attraverso un lavoro di percezione corporea, e ad entrare in contatto con il proprio corpo - lo spazio interno e esterno, il corpo dell'altro - attraverso il suono della propria voce e il suono di tutte le altre cose.
Il laboratorio è composto da cicli di esercizi semplici e da piccole improvvisazioni, fondate sul respiro. Alcune modalità essenziali del Contact Improvisation guideranno la pratica:
- abbandono del peso al pavimento
- radicamento al pavimento
- continuità del movimento
- mantenimento del punto di contatto
- trasformazione del punto di contatto
- travaso da un movimento a un altro


Il laboratorio è aperto a tutti, a chiunque sia interessato ad esplorare le connessioni tra il corpo e il suono, tra voce e movimento corporeo per tutte le ragioni di questo mondo e quell'altro.
Metterò a disposizione la possibilità di costruire una riflessione sul corpo e la voce dell’artista, quale che sia l’arte. Portate i vostri strumenti se lo desiderate.
 

Contact Voice
Contact Voice è una una Tecnica Vocale dal punto di vista della danza Contact Improvisation, è una pratica che dà opportunità di percepire, visualizzare, modulare il modo in cui il corpo si muove per sostenere il flusso del respiro, come anche il modo in cui il corpo è mosso dal respiro e dal suono. Il respiro ha bisogno del supporto continuo del corpo per diventare la nostra voce.
In questa pratica dare voce è come fare una danza in contatto tra il corpo e il respiro, nel tempo e nello spazio.

 

 

 

 

 


Contact Improvisation
“Contact Improvisation è una danza che invita il nostro intero corpo e il nostro essere a divenire presenti e
disponibili. Per danzare in questa forma bisogna costruire la capacità di affidarci a noi stessi e ai nostri compagni. Nutriamo o danneggiamo questa fiducia attraverso la nostra capacità o incapacità di stabilire e rispettare confini”
Keogh Martin (2003)

Florinda Pecoraro
Artista nel mondo delle Performing arts e linguista studiosa dei raccordi tra movimento corporeo e capacità di linguaggio. Scopre il suono grazie a Miriam Palma che la introduce alla Tecnica Vocale dal 1997 a Palermo. Questa pratica la rende ricettiva a tutte le pratiche che si dedicano alla centralità del corpo come possibilità di ascolto, comprensione, azione. Si forma da autodidatta seguendo artisti come Lisa Nelson, Nancy stark Smith, Kirstie Simson, Yoshi Oida, Minako Seki, e altri.

Dal 2002 prepara fisicamente e vocalmente chiunque lo voglia ma anche artisti, insegnanti, logopedisti, musicisti, attori,performers di varie compagnie e ensemble come LaLut, Siena e Laboratorio Aperto Fatti Sonori, Milano.
Nel 2010 fonda Laboratorio di Resilienza per approfondire la sua ricerca artistica in forma di pratica individuale e di gruppo. Vede all’arte come esperienza di intimità e come strumento di trasformazione e liberazione sia individuale che collettiva. Si muove tra Europa, Medio-Oriente e stati Uniti.

https://www.facebook.com/laboratoriodiresilienza/
https://florindapecoraro.carbonmade.com/