▲Lucio Leoni + Hugolini ▲live @Corte dei Miracoli

Data: 
Giovedì, 21 Febbraio, 2019
ore: 
dalle 19:00
Immagine: 

Horn Ok Please e Corte dei Miracoli presentano:
▲Lucio Leoni▲live + Lorenzo Hugolini
[Cantautore]

>>Prima del concerto: L'Aperifurio in trasferta alla Corte dei Miracoli | Furix con le musiche di Hugolini

"Bicchiere bianco rimani astemio tutta la vita, berrai l’acqua, domani ti sveglierai nel tuo letto e crederai a ciò che vorrai. Bicchiere rosso resti nel paese delle meraviglie e vedrai quanto e profonda la tana del Bianconiglio...".

L'Aperifurio torna, come una vendetta cinematografica succulenta e attesissima...
Torna a portare la sua ventata di ribellione e il suo sapor di riconquista del mondo. L'Aperifurio torna in trasferta dopo mesi, e lo fa con una partnership storica, con Corte dei Miracoli e Horn Ok Please. Alla Corte si torna ad aperifurieggiare, a mangiare, a bere, a ballare e a riappropriarsi della voglia di rock 'n roll che né le macchine di Matrix né nessun altro cattivo da film riusciranno ad estirpare.

Dalle 19 oltre alla classica offerta della Corte dei Miracoli troverete cibo, buon vino e tanta bella gente il tutto condito dalle musiche proposte dal musicista e Dj Lorenzo Hugolini.

Dalle 22 la musica si sposterà sul palco principale dove arriverà il live del cantautore romano Lucio Leoni.
>>Aftershow a cura di Lorenzo Hugolini

LUCIO LEONI
Lucio Leoni, cantautore romano classe 1981. Laureato in Scienze dello spettacolo alla Sapienza di Roma con una tesi su “Voce e drammaturgia in teatro”. Sound engineer. Nel 2005 ci prova con il teatro ma lo molla perché forse quella non è la sua strada, anche se un bel po’ di quel mondo gli rimane dentro. In conservatorio frequenta il corso di musica elettronica. Nel corso degli anni fonda, collabora e suona con una discreta serie di band, prima di mettersi in proprio. Nel 2015 pubblica “Lorem ipsum”, il primo disco solista a nome Lucio Leoni; “Baracca e Burattini” pubblicato su cassetta a nome Bucho (un pezzo di genio) per ora non lo calcoliamo. Lorem Ipsum: un mix frenetico di teatro, punk, romanità, rap e cantautorato. Il 2017 è l’anno de “Il lupo cattivo”.
Uno dei pochi artisti, in Italia, capaci portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana. Brillante e provocatorio, nel suo ultimo album usa l’espediente del Lupo Cattivo per parlare di emozioni universali e concetti senza tempo. Leoni fa musica pensata e che fa pensare. Dove ogni parola ha ragion d’essere dov’è, sia quando fa piangere che sorridere.

Lucio Leoni nasce a Roma nel 1981 e lì ci rimane, fatta eccezione per una parentesi statunitense.
Fin da piccolo dice di amare la musica, così la madre lo iscrive a una scuola di chitarra classica. A dodici anni si ribella al concetto di “studio disperato” e lascia tutto, in nome del calcio. Capisce presto di essere scarso e rinuncia alla carriera sportiva: a diciassette anni parte per gli Stati Uniti, dove frequenta il penultimo anno di liceo e riscopre l’amore per la musica.
Torna a Roma nel 2000 e forma la band di happy rock’n’roll “Yugo in Incognito”. Si occupa dei testi e della voce, pubblicando, nell’arco di dieci anni, un disco e due ep: Puppurri (2003) “C’hai nis demo-cracy” e Uomini senza gomiti (2013).
Si laurea in Scienze dello spettacolo alla Sapienza di Roma, con una tesi su “voce e drammaturgia in teatro”, e poi in conservatorio dove frequenta il corso di Musica Elettronica. Negli anni dell’università prova a fare l’attore, ma, dubbioso rispetto al proprio talento, rinuncia anche alla carriera teatrale.
Nel 2005 fonda lo studio di registrazione “Monkey Studio”: si occupa di numerose produzioni, accogliendo un gran numero di artisti. Diventa in tutto e per tutto un sound engineer.
Contemporaneamente, inizia a suonare con gli Scolapasta Vintage, eccentrica band indie rock, e fonda, nel 2007, i Meccanica Ferma, sestetto elettroacustico votato alla ricerca.
A ventotto anni compie un primo bilancio della propria carriera: nonostante il rifiuto della chitarra classica, la musica è quello che sa e ama fare.
Nel 2009 apre il Live Club “La Riunione di Condominio”, locale culto della scena musicale romana: il club, come ogni mito che si rispetti, muore giovane.
L’esordio come cantautore avviene nel 2011, sotto il nome di Bucho: l’album si chiama “Baracca e Burattini” ed esce solo come musicassetta.
Nel 2015 esce per Lapidarie Incisioni “Lorem Ipsum”, il primo album firmato Lucio Leoni, che viene recensito con entusiasmo dalle principali testate nazionali, come l’Unità o Il Fatto Quotidiano, o di settore, come Rumone, Vinile, Rockerilla e, sul web, Rockit, Rockol, Ocanerarock e Musictracks.
Il 10 novembre 2017 esce “Il lupo cattivo”, il nuovo disco di inediti per Lapidarie Incisioni/iCompany – distribuzione Sony.

LORENZO HUGOLINI
Cantante, scrittore di canzoni e dj: suonava nei Martinicca Boison con i quali ha prodotto per Materiali Sonori 4 cd prima di pubblicare nel 2017 il suo primo cd solista uscito per Bmg Italy, aprire tutti i concerti del tour estivo di Francesco Gabbani ed uscire a giugno 2018 con il suo nuovo singolo, Qualcosa sulle Rondini.
Il suo djset è un miscuglio di musica pop, elettronica e tropicale ed è molto probabile che lo sentirete cantare, nel corso della serata, accompagnato dal suo ukulele e dalla sua amatissima tastierina Microkorg, qualcuna delle sue canzoni.

----------------------------------------
Ingresso 3 euro
Riservato ai soci CdM, possibilità di tesserarsi direttamente la sera del concerto
INGRESSO GRATUITO FINO ALLE 21:30
Powered by Horn Ok Please