Dettagli

Data :
15/01/2020
Ora :
21:00

Descrizione

Quarto ciclo del Cineforum a Corte, dal 15 al 29 gennaio, dedicato al grande regista svedese Ingmar Bergman.

La proiezione dei film, in lingua originale e con sottotitoli in italiano, è prevista tutti i mercoledì alle ore 21:00 alla Corte dei Miracoli.

15 Gennaio
FILM #1 – 1968 – 1h 39m – B/N
Il pittore Johan Borg per trovare l’ispirazione decide di trasferirsi con la moglie Alma su un’isola disabitata. I personaggi da lui disegnati prendono vita tormentando il protagonista e il suo matrimonio.

22 Gennaio
FILM #2 – 1968 – 1h 43m – B/N
In un paese imprecisato scoppia un conflitto e una coppia di sposi attraversa esperienze terribili e umilianti ad opera di entrambi gli eserciti. I due si troveranno alla deriva su una scialuppa in un mare disseminato di cadaveri.

29 Gennaio
FILM #3 – 1969 – 1h 41m
Andreas Winkelman vive su un’isola solitaria nel Baltico. Il suo isolamento viene interrotto dall’incontro con due donne, Eva e Anna. Terminata la relazione con Eva, anche la successiva relazione con Anna avrà fine, lasciando Andreas di nuovo solo.

Eventi

27 Lun

La cura del mondo. Giorno della memoria 2020

09:15 PM

lunedì 27 gennaio In occasione del GIORNO DELLA MEMORIA alle ore 21.15 da uno stimolo del QUARTETTO LIGATURA in dialogo con
ACCADEMIA MINIMA la CORTE DEI MIRACOLI di SIENA ospiterà una serata informale ed intima per prendersi cura del mondo, a partire da noi, attraverso l’ascolto profondo e la condivisione.

Scopri di più
25 Sab

▲Chronics + Jim Sonweed▲live @Corte dei Miracoli

10:00 PM

>>Horn Ok Please e Corte dei Miracoli presentano:<< ▲Chronics + Jim Sonweed▲live @Corte dei Miracoli (Garage…

Scopri di più
23 Gio

▲Upside Down Music Contest #2▲live @Corte dei Miracoli

09:30 PM

Secondo dei 7 live di qualificazione che vedranno scontrarsi le 14 band in lizza per un posto nell’esibizione finale dell’Upside Down Music Contest.

Scopri di più
21 Mar

Mohsen racconta l’Iran di ieri e di oggi

08:00 PM

“In questo particolare momento storico che sta vivendo l’Iran, c’è molta preoccupazione, paura e tante domande. La scarsa informazione rende difficile alle persone farsi una chiara idea di cosa stia succedendo. Per questo sento la necessità di raccontare la mia terra natale attraverso la mia storia personale”

Scopri di più