Dettagli

Data :
16/01/2020
Ora :
19:30

Descrizione

La Corte dei Miracoli è lieta di ospitare, giovedì 16 gennaio alle ore 19:30, la proiezione del film “La scomparsa di mia madre” di Beniamino Barrese.  A seguire Samantha Tufariello di Nonunadimeno Siena e Francesco Chiantese dialogheranno con la protagonista Benedetta Barzini, presente in sala, e con il regista Beniamino Barrese via Skype.
Sarà aperto il bar della corte e sarà allestito un angolo per l’apericena.

Ingresso 3 euro

Evento realizzato da La corte dei miracoli, Accademia Minima, Nonunadimeno Siena ed Atelier Vantaggio Donna.

LA SCOMPARSA DI MIA MADRE
(THE DISAPPEARANCE OF MY MOTHER)
un film di Beniamino Barrese (94 min)
Official Selection Sundance Film Festival 2019

Modella e icona degli anni ’60, Benedetta Barzini è stata la musa di artisti come Andy Warhol, Salvador Dalì, Irving Penn e Richard Avedon. Negli anni ’70 abbraccia da militante la causa femminista, diventando scrittrice e docente acuta e controcorrente di Antropologia della moda, in eterna lotta con un sistema che per lei significa sfruttamento del femminile. A 75 anni, stanca dei ruoli e degli stereotipi in cui la vita ha cercato di costringerla, desidera lasciare tutto, per raggiungere un luogo lontano, dove scomparire. Turbato da questo progetto – radicale quanto indefinito – suo figlio Beniamino comincia a filmarla, determinato a tramandarne la memoria. Il progetto si trasforma in un’intensa battaglia per il controllo della sua immagine, uno scontro personale e politico insieme tra opposte concezioni del reale e della rappresentazione di sé, ma anche un dialogo intimo, struggente, in cui madre e figlio scrivono insieme le ipotesi di una separazione, difficile da accettare e forse impossibile da raffigurare.

BENEDETTA BARZINI è una delle protagoniste della moda internazionale. Dopo gli anni ‘60, quando ha lavorato come fotomodella negli Stati Uniti, ha ripreso gli studi per capire meglio in cosa consistesse il suo pluriennale lavoro nella moda e si è specializzata nell’analisi del senso e significato dell’abito nel tempo. Ha insegnato questa tematica legata all’antropologia culturale all’Università di Urbino, al Politecnico di Milano e alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Ha collaborato a parecchie testate, fra cui “Vogue Italia” e “Amica”, ed è autrice di due libri.

BENIAMINO BARRESE
studia filosofia alla Statale di Milano, International Political Economy al King’s College di Londra e Cinematography alla National Film and Television School di Beaconsfield, UK. Dal 2011 lavora come DoP, regista e fotografo realizzando pubblicità, documentari, corti e lungometraggi. La scomparsa di mia madre è il suo primo film lungometraggio come regista.

✧ PREMI ✧

MIGLIOR FILM // CINÉDOC-TBILISIGRAN
PREMIO DELLA GIURIA // GLOBAL CINEMA FILM FESTIVAL OF BOSTON
MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA – BIOGRAFILM ITALIA
PREMIO UCCA – L’ITALIA CHE NON SI VEDE CANDIDATO AI GLOBI D’ORO 2019

✧ PRESS ✧
ALLO STESSO TEMPO TENERO E IMPETUOSO” THE HOLLYWOOD REPORTER
VI CONQUISTERÀ: BENEDETTA È UNA DELLE GRANDI DONNE DEL NOSTRO TEMPO” FILM COMMENT
SVELA IL LATO FEROCEMENTE POLITICO DEL NOSTRO PRIVATO” THE NEW YORK TIMES
UN’OPERA CORAGGIOSA QUANTO LA SUA PROTAGONISTA” VOGUE ITALIA

Eventi

06 Ven

Presentazione del libro “Anunnaki An”

07:30 PM

AN è un romanzo fantasy, opera di David 24 Spy, scrittore ancora in erba sull’affascinante genere fantascientifico. Tratta, in modo del tutto nuovo ed emozionante, una teoria che sembra avere tutt’altro che una derivazione fantasiosa e che comunemente è chiamata “Degli antichi astronauti”.

Scopri di più
03 Mar

Cena Solidale

07:00 PM

L’appuntamento rappresenterà un ulteriore momento di aggregazione e associazionismo, con il bar aperto per fare aperitivo e a seguire cena solidale.

Scopri di più
29 Sab

▲Cyborg Zer0▲live @Corte dei Miracoli

10:00 PM

Il Punk’n’roll selvaggio e devastante di Cyborg Zer0 alla Corte dei Miracoli.

Scopri di più
28 Ven

Inaugurazione mostra “Trascedenza” di Sofia Bracamontes

07:00 PM

Sofia utilizza la pittura come mezzo per riflettere sui confini che ci reggono sia materialmente (le leggi della nostra realtà fisica spazio-temporale) che quelli della nostra natura umana (sensi, gerarchie, significati). Come se abitassimo in una sfera di territorio conosciuto, lei cerca di avvicinarsi e palpare la membrana che lo contiene.

Scopri di più