Dettagli

Data :
31/05/2019
Ora :
21:00

Descrizione

Inbilico Teatro e Film
presenta
PARADISO MANCATO
Suggestioni circa l’inferno del desiderio. O della sua assenza.

con Marco Palumbo, Marco Messina, Ramona Tripodi, Adriana D’Agostino
video e voce in Off Ausiello Raffaele
Drammaturgia Sonora Marco Messina
Drammaturgia e Regia Ramona Tripodi
Aiuto Regia Angela Rosa D’auria
Produzione Inbilico Teatro e Film / L’Asilo

INGRESSO 8 €
Ridotto per gli studenti universitari €5
(riservato ai soci CdM, possibilità di tesserarsi direttamente la sera dello spettacolo)
Ingresso fino a esaurimento posti.
Prenotazione consigliata scrivendo a: uffstampa@lacortedeimiracoli.org

Paradiso Mancato è una suggestione infernale sul desiderio che nasce dalla contaminazione di più linguaggi: quello della musica elettronica live , quello visivo e quello teatrale che mescolandosi, danno origine a questo spettacolo dal carattere assai performativo scritto a quattro mani, la cui drammaturgia e regia sono di Ramona Tripodi mentre la drammaturgia sonora è affidata a Marco Messina. Entrambi in scena: la prima nel ruolo di Francesca e l’altro nel ruolo di Minosse suonando dal vivo. Con loro Marco Palumbo e Adriana D’Agostino mentre l’assenza di Paolo diviene voce e video proiezione con Raffaele Ausiello. Il progetto nasce a fine 2015 come live set di musica elettronica con momenti performativi e collaborazioni quali Francesca Della Monica che hanno contribuito ad arricchire l’immaginario necessario per crearne poi uno spettacolo teatrale. Nel 2016 dopo le residenze artistiche all’Asilo Filangieri di Napoli ed alla Cavallerizza Reale di Torino, il progetto si sviluppa ulteriormente e così, nel corso del 2017, si arriva alla drammaturgia teatrale e musicale definitiva del progetto. Grazie alla collaborazione con il regista Andrea Canova, vengono realizzate le riprese per le videoproiezioni che sono parte integrante dello spettacolo. Nel settembre 2018 viene presentato in anteprima nazionale al Succorpo Vanvitelliano della Real Casa dell’Annunziata di Napoli nell’ambito della manifestazione Estate a Napoli 2018.

Marco Messina
Musicista, produttore e sound designer di grande abilita con gli strumenti musicali elettronici.Negli anni ’90 partecipa alla nascita dei 99 Posse, gruppo col quale ancora oggi calca i palchi italiani ed europei. La sua passione per la ricerca sonora, lo porta ad avviare una lunga serie di collaborazioni artistiche, a fondare un’ etichetta di musica elettronica, a realizzare colonne sonore per il teatro ed il cinema e ad occuparsi del sound design di video installazioni. Firma la colonna sonora di Sud di Gabriele Salvatores Nel 2007 compone, con Mirko Signorile, la colonna sonora de “Il passaggio della Linea”, primo lungometraggio di
Pietro Marcello, regista col quale ha avviato una proficua collaborazione : Il Silenzio di Pelesjan, La bocca del lupo, Bella e Perduta. Ha partecipato a film e spettacoli presentati in festival ed in musei prestigiosi come il Moma di New York, il Vivid Festival di Sydney, il Festival del Cinema di Venezia, il Torino Film festival, la Berlinale ed il Goteborg Film Festival. Collabora con Inbilicoteatro e film dal 2014 firmando la colonna sonora del cortometraggio Il Vicino,la performance Le Fiabe Erotiche e la scrittura sonora di spettacoli come Paradiso Mancato e de I Guardiani di e con Maurizio De Giovanni. E’ docente di Sound Design e Progettazione spazi sonori all’ Accademia di Belle Arti di Napoli.

Ramona Tripodi
Attrice, regista e autrice. Inizia la sua formazione, alla fine degli anni novanta al laboratorio di ricerca teatrale Bardefe’ diretto da Umberto Serra. Frequenta a Parigi un corso intensivo di mimo con Marcel Marceau. Approfondisce la sua formazione con Thomas Richards,Francesca della Monica, Cesar Brie, Nicole Kerberger e Antonio Latella. Nel 2009 fonda Inbilicoteatro e film. Nel 2012 viene premiata come miglior attrice al al Wirror Film Festival di Liverpool, al Salus Film Festival per il ed al Kalat Nissa Film Festival per il cortometraggio Rimbo con cui nel 2010 vince il bando di Linea D’Ombra per il miglior progetto di cortometraggio. Nel 2013 vince il premio Landieri come miglior giovane attrice per Il Sole di Notte spettacolo di teatro di cui firma la regia e la scrittura scenica, con il disegno luci di Cesare Accetta. Attualmente è in scena con I Guardiani di e con Maurizio De Giovanni, di cui cura l’adattamento e la regia, oltre ad essere in scena. E con Scrive insieme con Paradiso Mancato, spettacolo di teatro e musica elettronica sul V canto dell’Inferno della Divina Commedia. Nel 2016 scrive e firma la regia di ‘A Rota con Antonella Morea, ed è in scena con SSS- secret a sound stories- regia di Alan Alfelt e con Processo ad una strega. Dal 2013 è in scena con Il Giorno dei Morti ed il Senso del dolore di Maurizio De Giovanni. Con Sara Sole Notarbartolo è la protagonista di O’Mare spettacolo che rientra nei lavori vincitori di Generazione Scenario ed 2005 e della Tentazione spettacolo vincitore di nuove creativita e Primavera dei teatri in coproduzione ETI- Teatro Mercadante Napoli.

Eventi

27 Lun

La cura del mondo. Giorno della memoria 2020

09:15 PM

lunedì 27 gennaio In occasione del GIORNO DELLA MEMORIA alle ore 21.15 da uno stimolo del QUARTETTO LIGATURA in dialogo con
ACCADEMIA MINIMA la CORTE DEI MIRACOLI di SIENA ospiterà una serata informale ed intima per prendersi cura del mondo, a partire da noi, attraverso l’ascolto profondo e la condivisione.

Scopri di più
25 Sab

▲Chronics + Jim Sonweed▲live @Corte dei Miracoli

10:00 PM

>>Horn Ok Please e Corte dei Miracoli presentano:<< ▲Chronics + Jim Sonweed▲live @Corte dei Miracoli (Garage…

Scopri di più
23 Gio

▲Upside Down Music Contest #2▲live @Corte dei Miracoli

09:30 PM

Secondo dei 7 live di qualificazione che vedranno scontrarsi le 14 band in lizza per un posto nell’esibizione finale dell’Upside Down Music Contest.

Scopri di più
21 Mar

Mohsen racconta l’Iran di ieri e di oggi

08:00 PM

“In questo particolare momento storico che sta vivendo l’Iran, c’è molta preoccupazione, paura e tante domande. La scarsa informazione rende difficile alle persone farsi una chiara idea di cosa stia succedendo. Per questo sento la necessità di raccontare la mia terra natale attraverso la mia storia personale”

Scopri di più